Il libro più atteso da studenti e insegnanti di Kundalini Yoga di tutt’Italia.

Le tecniche e gli esercizi presenti in questo manuale sono fondamentali per il raggiungimento del proprio potenziale umano e sono state tratte dalla ricchezza degli insegnamenti di Yogi Bhajan.

In questo libro troverai:

  • Cos’è lo Yoga?
  • Kundalini Yoga e la Radianza Umana
  • Meditazione Creativa
  • Sadhana del mattino
  • Modelli per la Sadhana
  • Sadhana dell’Acquario
  • Nozioni Fondamentali
  • Pranayam

30 serie di esercizi Kriya e 15 meditazioni che ti guideranno nell’esperienza della tua vastità e bellezza come essere umano. Ciascuno tocca e attiva diversi potenziali del sé e rafforza e bilancia i sistemi del corpo.

La conoscenza che si acquisisce praticando questi esercizi e meditazioni non ha eguali nel regno dell’esperienza umana.

Prendete cura di ognuna di queste tecniche come un prezioso gioiello, da praticare e sperimentare sulla vostra strada verso la salute fisica, l’equilibrio mentale ed emotivo e l’esperienza della consapevolezza espansa.

 

Indice

 

PREFAZIONE di Shakti Parwha Kaur Khalsa, La Madre della 3HO

INTRODUZIONE ALLA SECONDA EDIZIONE di Gurucharan Singh Khalsa, Ph.D

INTRODUZIONE ALLA PRIMA EDIZIONE di Gurucharan Singh Khalsa, Ph.D

Rise Up - Alzati

1. COS’È LO YOGA? 

Un’Avventura nella Consapevolezza di Yogi Bhajan, Ph.D

2. IL KUNDALINI YOGA E LA RADIANZA UMANA, di Yogi Bhajan, Ph.D

3. MEDITAZIONE CREATIVA

Armonia Individuale - Armonia Universale, di Yogi Bhajan, Ph.D

4. LA SADHANA DEL MATTINO

5. MODELLI DI SADHANA

6. DOMANDE FREQUENTI SULLA SADHANA

7. NOZIONI FONDAMENTALI

8. PRANAYAMA

9. KRIYA

10. MEDITAZIONIGLOSSARIO

RISORSE di Shakti Parwha Kaur Khalsa, La Madre della 3HO

 

Yogi Bhajan

Col nome di Harbhajan Singh Puri, colui che verrà conosciuto col semplice appellativo di Yogi Bhajan nacque il 26 agosto 1929 a Kot Harkaran, Tehsil Wasirabad, nel distretto di Gujaranwala, un villaggio nel nord ovest dell'India e che oggi fa parte del territorio pakistano, da una famiglia di proprietari terrieri.

La sua prima educazione, oltre che ai genitori, fu affidata a suo nonno Sant Bhai Fateh Singh Ji , un uomo che aveva fama di saggezza e santità e che fu la figura più importante nella formazione di Yogi Bhajan durante la prima infanzia. Un'altra figura importante nell'educazione del piccolo Harbhajan fu Sant Ranjit Singh Ji che lo introdusse alla conoscenza della spiritualità universale attraverso lo studio comparato delle religioni. Un ruolo fondamentale svolse sua nonna paterna Ishar Kaur.

All'età di sette anni la famiglia lo mandò a studiare presso Sant Hazara Singh, sublime Maestro tantrico e all'epoca Mahan del Tantra Bianco, che, vedendolo arrivare accompagnato da una carovana di doni, gli ordinò di non muoversi dall'ingresso della sua dimora e rispedì al mittente l'intera carovana. Dopo tre giorni e tre notti lo fece entrare, gli fece recapitare un secchio d'acqua e uno straccio con il compito di dedicarsi alla pulizia dei pavimenti. Così facendo lo accolse tra i suoi studenti. All'epoca Sant Hazara Singh aveva aperto le porte della sua casa a chiunque fosse disposto ad imparare e fu così che circa duecentocinquanta studenti di ogni credo e provenienza si presentarono alla sua dimora.

La prima selezione si basò su un sistema molto semplice: il Maestro assegnava i compiti agli allievi che al primo errore o prova insoddisfacente per i Suoi canoni venivano allontanati dal ritiro. Dopo sei mesi rimasero soltanto in due: Harbhajan Singh e Lama Lilan Po, un giovane lama tibetano. Essi studiarono insieme il Kundalini Yoga e lo Yoga del Tantra Bianco. All'età di sedici anni e mezzo Yogi Bhajan divenne il più giovane praticante ad aver raggiunto la maestria di tutta la catena di Maestri di Kundalini Yoga. Quando raggiunse l'età di circa diciotto anni Sant Hazara Singh ordinò a Yogi Bhajan di lasciare immediatamente il ritiro e lo informò che da quel momento non si sarebbero più incontrati.

Di lì a poco, in seguito alla divisione dei territori tra India e Pakistan del 1947, Yogi Bhajan prese parte a quella che viene considerata dagli storici la più grande migrazione forzata della storia dell'umanità. Un viaggio terribile che vide morire centinaia di migliaia di profughi. Alla testa dei Sikh e Hindu del suo villaggio, circa cinquemila profughi, attraversò il confine appena costituito guidandoli attraverso terribili peripezie fino nell'attuale Punjab indiano.

Nel nord dell'India, presso lo Shivananda Ashram studiò alla fonte dell' Advaita Vedanta e a Delhi, dove si stabilì con la famiglia, divenne Maestro di Hata Yoga, approfondendo l'impatto delle pratiche Yoga sul sistema nervoso, sotto la guida di un eminente Maestro, Acharya Narinder Dev dello Yoga Smriti. Sposatosi con Sardarni Inderjit Kaur, conosciuta semplicemente come Bibiji, ebbe tre figli, si laureò in legge e divenne ufficiale della guardia di frontiera servendo alla frontiera nord occidentale, nel distretto di Amritsar, e in seguito all'aeroporto di Delhi.

 

Macro Edizioni

Tecniche corporee

2019

Pagine: 288 p., ill. 

 

 

 

 

 

SADHANA GUIDELINES. Il manuale fondamentale per chi pratica Kundalini. Yog

€ 23,50Prezzo