Un vero e proprio dizionario che raccoglie migliaia di voci relative ai simboli più diversi.

«Sto preparando» scriveva Cirlot ad André Breton nel 1956 «una summa simbolica, nella quale vengono raffrontate le conoscenze sul simbolismo di occultisti, psicologi, antropologi, orientalisti, storici delle religioni e autori di trattati».

Facendosi guidare da personalità quali Marius Schneider, René Guénon, Mircea Eliade, Ananda Coomaraswamy, Cirlot spalanca davanti ai nostri occhi un universo affascinante, dove il simbolo agisce su ogni piano dell’esistenza, in luoghi lontanissimi tra loro e sin dalle origini dell’umanità; e addita la «radice segreta di tutti i sistemi di significato», il «sostrato comune» a tutte le tradizioni simboliche, sia orientali che occidentali.

Sin dall’Introduzione - un excursus vertiginoso che dallo sviluppo del simbolismo conduce fino al problema dell’interpretazione, passando, tra gli altri, per il simbolismo onirico, il simbolismo alchemico e la teoria degli archetipi di Jung - Cirlot ci immerge in un oceano di luminose analogie, segnalandoci infine che il suo è «più un libro di lettura che un testo di consultazione»: come tale lo leggeranno dunque i lettori avvertiti, che non potranno non restarne ammaliati.

 

Poeta, traduttore, critico d’arte, iconografo e compositore, Juan Eduardo Cirlot (Barcellona, 1916-1973), dopo una iniziale adesione al surrealismo e al dadaismo, si consacrò allo studio della tradizione spiritualista e fu iniziato alla simbologia dal grande etnomusicologo Marius Schneider: a lui è dedicato il Dizionario dei simboli, l’opera, apparsa nel 1958, che è valsa al suo autore una fama internazionale e a cui egli continuò a lavorare fino al 1969, arricchendola di nuove voci e nuove illustrazioni.

 

 

Editore Adelphi Edizioni
Anno Pubblicazione 2021
Formato Libro - Pagine: 551 - 18x23cm
EAN13 9788845935923

DIZIONARIO DEI SIMBOLI - Jean-Eduardo Cirlot

€ 34,00Prezzo