Questo libro vuole essere l’inizio di un percorso, che parte dai primi documenti cristiani storicamente riconosciuti: le lettere di Paolo di Tarso, antecedenti ai Vangeli e ad ogni altro documento che compone il canone del Nuovo Testamento.

Il movimento cristiano fonda le sue radici storiche in un periodo tumultuoso e violento. Il popolo ebraico si ritrova ad affrontare la dura realtà dell’epoca: da una parte il giogo romano sempre più duro; mentre dall’altra la propria realtà di fedeli esecutori della legge mosaica, tentando di mantenere vivo il patto stipulato con il proprio dio. Ed è in questo contesto poco equilibrato che spicca la figura di Gesù.

Senza voler mettere in discussione la fede dei singoli, i testi più antichi dimostrano un’esistenza profondamente terrena e umana di Gesù, Paolo o Pietro, figure molto diverse da quella che è la versione ufficiale della religione.

Sarà opportuno capire come il movimento cristiano si sia formato, perché, in quale contesto storico, sociale e politico. Quali erano le intenzioni di Paolo? Poteva fregiarsi del titolo di Apostolo pur non avendo mai conosciuto Gesù? E soprattutto, la dottrina insegnata da Paolo aveva una continuità storica con la dottrina professata dal Gesù storico?

Queste e molte altre domande che non daranno una risposta certa e definitiva, ma che insinueranno il dubbio, che stuzzicheranno la curiosità del lettore attento e che porteranno all’avvio di un personale percorso di conoscenza che va oltre la verità ufficiale.

Indice

Prefazione

Introduzione

1. E voi chi dite che io sia?

2. Attese messianiche

  • I diversi movimenti religiosi
  • I farisei
  • I sadducei
  • La Quarta Filosofia
  • Giuda il Galileo e il messianismo degli zeloti
  • Gli esseni
  • Il nuovo movimento ebraico che professava la Resurrezione di un morto in croce
  • Quali seguaci?
  • Conclusioni

3. I veri protagonisti del cristianesimo primitivo

  • Paolo di Tarso (7 d.C. circa - 66 d.C. circa)
  • Giacomo il Giusto (… - 62 circa a Gerusalemme)
  • La famiglia di Gesù
  • Conclusioni sul membro più importante del movimento apostolico
  • Pietro (4 d.C. circa - 67 d.C. circa)

4. Paolo di Tarso, Apostolo dei gentili

Quale tipo di indagine e quali lettere?

Prima lettera ai Tessalonicesi
Dissidi con i giudei di Tessalonica
Conclusioni

Prima lettera ai Corinzi
Fede in un solo uomo risorto, ma voci diverse nel suo unico messaggio
La vera natura dell’Apostolo
Il velo per le donne e la natura degli angeli
La testimonianza delle donne
Corpo e sangue di Cristo?
La natura della Resurrezione
Conclusioni

Seconda lettera ai Corinzi
Ha inizio il distacco
Perdita di una comunità?
Conclusioni

Lettera ai Galati
L’ombra del dubbio fra i Galati
Differenza di vedute
Paolo contro la comunità apostolica
Conclusioni

Lettera ai Romani
Terreno fertile per la sua predicazione
Conclusioni

Paolo e Giacomo
Lettera ai Filippesi e Lettera a Filemone
Lettera di Giacomo

5. Cristianesimo paolino o cristianesimo pagano?

  • La fortuna della dottrina paolina
  • L’eco della comunità giudaico-cristiana
  • Delocalizzazione e centralizzazione
  • Predicazione fra i gentili
  • Le donne e gli schiavi

Conclusioni

Bibliografia

Sinossi

L’autore

 

 

Francesco Esposito, Lamezia Terme (CZ) classe 1986, laurea magistrale in Scienze Filosofiche e Master in Editoria Digitale. Il principale interesse si basa sugli studi personali, per oltre dieci anni, dedicati al cristianesimo primitivo e pre-conciliare, presentando una tesi magistrale sul De Cultu Feminarum di Tertulliano e la figura femminile nel cristianesimo patristico e nella società romana. Presentato alla fine del 2014 un progetto di dottorato (Internazionale di Studi Umanistici, Testi, Saperi, Pratiche: dall’Antichità Classica alla Contemporaneità) sulla concezione femminile nel pensiero classico e tardo antico, entrando nel merito della condizione sociale della donna.

 

 

Dettagli Libro

Editore Uno Editori
Anno Pubblicazione 2016
Formato Libro - Pagine: 224 - 14x20cm
EAN13 9788899912147

IL CRISTIANESIMO UN'INVENZIONE DI SAN PAOLO

€ 13,90Prezzo