Il Libro dei Precetti Aurei. E altri frammenti.

 

Nel 1889 Helena Blavatskij, fondatrice della Società teosofica e fra le protagoniste assolute dell'esoterismo del XIX secolo, pubblicò una serie di frammenti tratti dal Libro dei precetti aurei, uno dei più antichi testi della tradizione religiosa tibetana.

Si tratta di brevi saggi mistici: La voce del Silenzio, I due sentieri e Le Sette porte. Il presente volume raccoglie inoltre Le Stanze di Dzyan, redatte dall'autrice dopo aver visionato una copia dell'antichissimo Libro di Dzyan durante uno dei suoi numerosi soggiorni in India e in Tibet.

Helena Petrovna Blavatskij, aristocratica russa, ha viaggiato dal Medio Oriente agli Stati Uniti, dall'India al Sudafrica, perfezionando le sue conoscenze della religiosità orientale e affinando le basi della Teosofia, la dottrina secondo cui tutte le religioni altro non sarebbero che un aspetto di un'unica Verità.

 

Editore De Vecchi Edizioni
Anno Pubblicazione 2019
Formato Libro - Pagine: 128 - 13,5x19cm
EAN13 9788841216279

 

Helena Petrovna Blavatsky (1831-1891) nasce da una nobile famiglia russa. Appassionata studiosa di filosofia, religioni e scienze metafisiche, ha viaggiato in moltissimi paesi alla ricerca della conoscenza occulta, delle leggi inesplicate della Natura e dei poteri latenti dell’uomo. Nel 1875 fondò a New York, con il colonnello Henry S. Olcott e altri, la Società Teosofica, un movimento di ricerca spirituale che ha, ancora oggi, adepti in tutto il mondo. La Blavatsky con i suoi messaggi e rivelazioni stupefacenti ha anticipato i tempi nell'insegnare concetti sul rapporto tra visibile e invisibile che soltanto ovvi la scienza sta dimostrando. Ascoltare le sue parole piene di saggezza e come ricevere la chiave d'entrata sul "Sentiero" che porta alla conoscenza di sé e del nostro sé superiore.

 

IL LIBRO DEI PRECETTI AUREI. Helena Petrovna Blavatsky

€ 10,00Prezzo