Inconscio collettivo e sincronicità.

 

La psicogenealogia e le costellazioni familiari, portando alla luce i legami patologici, le ripetizioni di scenario, i traumi non risolti delia storia familiare di più generazioni, aiutano a comprenderli, metterli in scena e superarli.

Carl Gustav Jung, già all'inizio del secolo, aveva ipotizzato l'esistenza dell'inconscio collettivo e della sincronicità per spiegare i numerosi misteriosi fenomeni che collegano tra di loro tutti gli esseri al di là del tempo e dello spazio.

L'autrice propone un'analisi di diverse teorie che hanno confermato l'esistenza di questa anima collettiva con la cui memoria corporea ed emozionale si lavora in psicogenealogia e nelle costellazioni familiari.

Le teorie trattate sono illustrate da casi pratici che mostrano in dettaglio l'approccio transgenerazionale proposto.

 

Indice

Prefazione

Introduzione. Psicogenealogia, la matrice junghiana

Capitolo 1 - Jung e l’inconscio collettivo e familiare

Jung, la vita, le opere

Inconscio collettivo

Sedute di psicogenealogia con Panie (1)

Archetipi

Sincronicità

Sedute di psicogenealogia con Panie (2)

Capitolo 2 - L’anima collettiva di Sigmund Freud

L’inconscio di Freud e l’anima collettiva

Il caso clinico di Dora

Capitolo 3 - Altri autori importanti: Dolto, Dumas, Abraham, Torok

La trasmissione transgenerazionale di Françoise Dolto e la psicanalisi transgenerazionale di Didier Dumas

L’angelo e il fantasma di Didier Dumas

Cripte e fantasmi transgenerazionali inconsci: Nicolas Abraham e Maria Torok

I campi morfici di Rupert Sheldrake

Capitolo 4 - Psicodramma e Costellazioni Familiari

Il co-inconscio di J.L. Moreno

Seminario di Costellazioni Familiari (1)

Bert Hellinger e le Costellazioni Familiari

Seminario di Costellazioni Familiari (2)

Capitolo 5 - La psicogenealogia

Anne Ancelin Schùtzenberger

Lealtà familiari invisibili: Boszormenyi-Nagy

Sedute di psicogenealogia con Mariolina (1)

La sindrome di anniversario

Il bambino di sostituzione ed elaborazione del lutto: il caso di Barbara

Nevrosi di classe: Vincent de Gauléjac Sedute di psicogenealogia con Mariolina (2)

Capitolo 6 - Traumi storici

Fine Ottocento-inizi Novecento: le emigrazioni di massa

1915-1918: la Grande Guerra

1939-1945: la seconda guerra mondiale

1938-1945: il fascismo, le leggi razziali e la deportazione degli ebrei nei campi di sterminio tedeschi

1941: la campagna di Russia

1943: l’armistizio di Badoglio

La fine della guerra: la lotta fratricida, le vendette partigiane

Capitolo 7 - Psicogenealogia pratica

Genogramma e genosociogramma

Come fare il proprio genosociogramma

Intervista a C. Damiano, psicogenealogista

Psicogenealogia e mondo del lavoro

Segreti di famiglia. Il congresso di Avignon

Conclusione

Bibliografia

Ringraziamenti

 

AUTORE

Maura Saita Ravizza è psicoterapista certificata a Nizza (Francia), docente di Analisi Transgenerazionale presso l'Institut Européen de Psychologie Appliquée di Saint Laurent du Var e facilitatore in Costellazioni Familiari. Vive e lavora a Torino. La sua personale ricerca familiare, a cavallo tra Italia e Francia, l'ha portata a comprendere i legami patologici fra generazioni e a cercare un approccio che permettesse di superarli. Utilizzando la Psicogenealogia come strumento d'indagine e le Costellazioni Familiari per riparare le disfunzioni familiari ha potenziato le caratteristiche di questi due efficaci metodi.

 

Editore Golem Edizioni
Anno Pubblicazione 2018
Formato Libro - Pagine: 197 - 15x21cm
EAN13 9788898771998

JUNG, PSICOGENEAOLOGIA E COSTELLAZIONI FAMILIARI. Maura Saita Ravizza

€ 20,00Prezzo